Connect with us

News

Jallow torna sull’addio: “Con i tifosi non c’era più intesa. In bocca al lupo Salerno”

Nel corso del consueto appuntamento del venerdì con ‘SalernitanaNews’ in onda su Radio Alfa è intervenuto l’ex centravanti dell’ippocampo Lamin Jallow, passato al Vicenza nelle battute finali del mercato: “Mi sto trovando bene qui a Vicenza. Quando sono arrivato a Salerno mi è piaciuto subito tutto, volevo fare del mio meglio – ha detto il gambiano – Ci sono stati dei problemi con i tifosi, era una situazione pesante. Ho parlato con il direttore e con mister Castori che voleva trattenermi, ma non c’erano più i presupposti per restare. La città mi è piaciuta e ringrazio comunque i tifosi”. Neanche il suo mentore Castori è riuscito a convincere l’ex Chievo a rimanere in granata: “Castori è stato come un padre per me a Cesena, mi dava serenità, infatti con lui ho fatto bene, ero in fiducia. Ventura è un grande allenatore, ma mi dava meno libertà e mi dava più compiti tattici, non avevo fiducia con lui”.

Il classe ’95 ha ricordato l’episodio nel match col Crotone dello scorso dicembre che ha creato una spaccatura insanabile con i supporter del cavalluccio: “Sono stato insultato dai tifosi, mi hanno dato del negro di m**** e non va bene, per questo ho voluto lasciare Salerno. Ho chiesto scusa dopo quell’episodio col Crotone, ma le cose ormai erano compromesse. Ero arrivato con grandi aspettative, volevo la Serie A”. Jallow è tornato anche sull’intesa dentro e fuori dal campo con i compagni di reparto e ha lasciato un augurio alla piazza: “Mi sono trovato bene con molti compagni, Djuric, Gondo e Giannetti sono ottimi giocatori. Milan è fortissimo, capiva i miei movimenti, parlavamo molto in campo. Salerno è una bellissima città, speriamo la Salernitana possa lottare per i vertici, i tifosi se lo meritano. Faccio a tutti un gran in bocca al lupo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News