Connect with us

News

Jaroszynski e Durmisi, filtra ottimismo per Reggio Emilia. Oggi controlli per il polacco

Pawel Jaroszynski si sottoporrà nella giornata di oggi ad accertamenti diagnostici volti a escludere guai al flessore della coscia sinistra che gli aveva dato noie sabato ad Ascoli, prima del concitato finale di preoccupazione per la salute di Dziczek. Il mancino polacco era salito in ambulanza con il compagno, “dimenticandosi” del piccolo contrattempo che qualche minuto prima lo aveva costretto ad abbandonare anzitempo la contesa, con Veseli al suo posto. Filtra un cauto ottimismo sulla possibilità che per l’ex clivense si sia trattato di una cosa da nulla: potrebbero essere solo normali crampi, svela l’odierna edizione del quotidiano Il Mattino.

Per prudenza, lo staff sanitario svolgerà comunque approfondimenti, anche perché venerdì c’è la delicata trasferta di Reggio Emilia e la fascia sinistra non sprizza salute. Il danese Durmisi è rimasto fuori dai convocati per Ascoli, obbligato dalla vecchia ruggine per la lunga inattività a dover recuperare in più tempo rispetto ai compagni. Aveva avuto acciacchi dopo Salernitana-Vicenza, ma sembra in procinto di tornare a disposizione per la sfida dello stadio Città del Tricolore. Certo, non avrà 90′ nelle gambe. Jaroszynski potrebbe dunque occupare ancora la fascia, se – come pare – l’esito delle indagini cliniche sarà negativo. La soluzione Veseli vista nel finale del match del Del Duca è puramente emergenziale e fin troppo difensiva. Castori aveva incoraggiato l’altro mancino Sanasi Sy venerdì in conferenza stampa (“Ha fatto un buon primo tempo con il Vicenza, si sta inserendo ma deve ancora imparare tanto, ha solo 21 anni e grandi margini di miglioramento. Deve però interfacciarsi bene con i compagni, non parla ancora italiano”), facendo però capire che per il francese occorre più prudenza per evitare di spedirlo in campo allo sbaraglio. Ci sarebbero, infine, pure le soluzioni Kupisz e Cicerelli, entrambi comunque adattati visto che nascono cursori di destra. Il primo è in via di recupero dall’infortunio muscolare patito in casa della Reggina e venerdì dovrebbe tornare tra i convocati, partendo dalla panchina. Quanto al secondo, non ci sono più dubbi: l’allenatore lo considera una soluzione offensiva da utilizzare prevalentemente a partita in corso per provare a “spaccare” le difese avversarie con la sua rapidità. Oggi alle 15 la squadra tornerà ad allenarsi al Mary Rosy dopo la seduta di scarico effettuata ieri al rientro da Ascoli Piceno.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News