Connect with us

News

Kiyine e Lopez, squalificati…in gruppo: i due granata chiedono di poter essere a Trieste

Due partite per prendersi i playoff e giocarsi la promozione attraverso gli spareggi. La Salernitana ha a disposizione gli ultimi 180 minuti del suo campionato per coronare il sogno che dopo Empoli si è subito trasformato in incubo. Il poker incassato, le teste basse, i musi lunghi. Ma soprattutto tanto nervosismo gratuito e inopportuno. Esempi su tutti, Sofian Kiyine e Walter Lopez. Il primo era stato mandato in campo da Ventura per cercare un cambio di ritmo e per innalzare il tasso di qualità. Al momento dell’ingresso, però Kiyine ha scioccamente litigato con Sierralta e nella mezz’oretta a disposizione non è riuscito a incidere. Lopez, invece, ha protestato a lunghi tratti con gli arbitri durante la partita, poi l’ha chiusa anticipatamente con un intervento killer ma soprattutto senza senso. Giallo a Kiyine, rosso a Lopez ed entrambi squalificati per Pordenone.

Due comportamenti che hanno fatto infuriare Ventura. Soprattutto Kiyine ha deluso il tecnico granata: “La sua ammonizione mi ha infastidito molto, qualcosa di gratuito, farneticante”, ha detto Ventura dopo la partita con l’Empoli. Due comportamenti che però  i due calciatori granata hanno subito condannato, chiedendo scusa a dirigenza e squadra. E non solo. Lopez  e Kiyine hanno chiesto di poter essere presenti a Trieste, viaggiando con la squadra e guardando la partita dalla tribuna. Un modo per essere vicini ai compagni in un momento particolare e delicato come questo. La società vorrebbe naturalmente concedere il permesso anche se il protocollo anti Covid non lo permetterebbe.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News