Connect with us

News

La meteora Sani svela: “A Salerno contro la mia volontà, in Italia esperienza da incubo”

Ricordate Sani Emmanuel? Nella stagione 2012/2013 vestì la maglia della Salernitana, quella allenata da Giuseppe Galderisi prima e Carlo Perrone poi nel campionato di Seconda Divisione. È stato uno dei tanti giocatori arrivati in prestito dalla Lazio dall’insediamento di Lotito e Mezzaroma in città.

Il promettente attaccante nigeriano però con l’ippocampo sul petto non trovò fortuna, racimolando una sola presenza. Eppure dieci anni fa si aggiudicava il “Pallone d’Oro” e la Scarpa d’argento del Mondiale Under 17 in cui si distinse per una doppietta alla Spagna di Isco.

Una carriera dal futuro roseo rovinata, a suo dire, dall’approdo alla Lazio: “Ero un ragazzo pieno di sogni, quell’evento mi ha cambiato la vita. A Roma alcune persone mi hanno rovinato la carriera”. Ai microfoni di Gazzetta.it il giocatore oggi 27enne ha parlato della sua tribolata esperienza italiana: “È stata un’esperienza di vita, poi è diventata un incubo”.

Eppure Sani in biancoceleste partì bene, trascinando con 11 reti la Primavera alla finale del campionato persa contro l’Inter nel 2012: “Poi sono iniziati i problemi. Partiamo dal mio ex agente, di cui non farò il nome. Ha rubato i miei soldi ed è scappato via, non si sa che fine abbia fatto. Voglio cercare un bravo avvocato per recuperare una parte di quel denaro, ho perso tutto. Sono stato due anni a Roma da solo, senza cure, sballottato in prestito o fuori rosa. Poi la Lazio mi ha mandato in prestito alla Salernitana in C2 contro la mia volontà, poi in Svizzera e in Grecia”.

A rincuorarlo ci pensò Mauro Zarate: “Mi diceva ‘Vedrai che tutto ciò che ti sta facendo la Lazio finirà’. A quei tempi anche lui aveva dei problemi, come Gonzalo Barreto o Cavanda”. Ora Sani si trova in Nigeria, ad Abuja, con la speranza di tornare a giocare dopo un brutto infortunio: “Ormai la Lazio è il passato. Spero in un’altra chance, voglio ancora giocare a calcio”. 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News