Connect with us

News

La Salernitana dilaga e si diverte, Rezzato abbattuto: finisce 6-1, doppietta per Bocalon

TABELLINO SALERNITANA-REZZATO

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Mantovani, Schiavi, Vitale (42′ st Galeotafiore); Casasola, Odjer, Palumbo, Castiglia, Di Roberto; Bocalon (24′ st Rosina), Vuletich (31′ st Volpicelli). A disposizione: Russo, Signorelli, Orlando, Bellomo, Akpa Akpro, Urso, Cicerelli, Granata, Mazzarani. Allenatore: Stefano Colantuono.

REZZATO (3-5-2): Zanellati; Carminati, Ruffini, Coly; Boldini (22′ st Siniscalchi), Giorgino, Geroni (32′ st D’Agostino), Caridi, Boschetti; Sottovia (18′ st Sodinha), Bruno. A disposizione:  Borrelli, Panelli, Caruso, Cartella, Paoluzzi, Pedrini. Allenatore: Massimo Gardano.

Arbitro: Di Paolo di Avezzano (Muto-Soricaro). IV uomo: Carella di Bari.

NOTE. Marcatori: 33′ pt e 23′ st Bocalon (S), 15′ st Bruno (R), 17′ st Vuletich (S), 36′ st Volpicelli (S), 39′ st Odjer (S), 45′ st Castiglia (S); Ammoniti: Palumbo, Bocalon (S); Angoli: 4-3; Recupero: 3′ pt -1′ st; Spettatori: 4180.

Finisce con la goleada la prima uscita ufficiale della Salernitana. Allo stadio Arechi i granata (in maglia bianca) superano per 6-1 il Rezzato, formazione lombarda di Serie D, e si qualificano per il terzo turno di Coppa Italia: domenica ci sarà l’Entella. I granata giocano bene dal gol del vantaggio in poi, arrivato al 33’ con un pallonetto di Bocalon. Il doge farà doppietta, a segno anche Vuletich e poi eurogol di Volpicelli e Odjer: chiude i conti il mancino di Castiglia. In mezzo il momentaneo pareggio, durato due minuti, di Sasà Bruno che quando vede il granata segna sempre. Buone indicazioni per Colantuono, che trova 3 attaccanti a segno e un Palumbo in splendida forma in regia. Compitino per Castiglia che però trova sempre movimenti interessanti (vedi azione del gol), male invece in difesa: Vitale non sembra adatto per quel ruolo, il gol del Rezzato ne è l’ennesima prova.

LA CRONACA. Colantuono non cambia, è sempre 3-5-2. Perticone e Gigliotti sono squalificati, la difesa la guida il rientrante Schiavi. Palumbo in regia, con Vuletich c’è Bocalon e non Rosina. Si mette a specchio il Rezzato, con Sasà Bruno c’è Sottovia e non Sodinha. La Salernitana parte bene, subito in proiezione offensiva. Palumbo si abbassa molto e prende subito in mano il centrocampo, il regista granata cerca sempre il cambio di gioco veloce servendo le due ali Di Roberto e Casasola che almeno nel primo tempo spingono molto ma sono imprecisi. L’argentino si rifarà nella ripresa. In 10 minuti la Salernitana colleziona tre calci d’angolo e va al tiro con Castiglia (destro ciccato dal limite), poi la manovra rallenta e Colantuono comincia ad arrabbiarsi. Il Rezzato si difende con ordine e prova a farsi vedere dalle parti di Micai, praticamente inoperoso però nel primo tempo: per sua fortuna al 20’ Caridi sbaglia lo stop dopo che Geroni lo aveva trovato tutto solo in area di rigore. Due minuti dopo Vuletich spreca malamente un pulito cross di Di Roberto, quando con il destro tenta il tiro a volo ciccando clamorosamente. Dopo un destro debole di Caridi, si sveglia Bocalon. Il suo destro alo al 31’ fa solo da preludio al gol che arriva due minuti dopo: lancio perfetto di Palumbo di oltre 40 metri, sale male la difesa del Rezzato e il Doge può scavalcare con il pallonetto Zanellati e festeggiare il primo gol ufficiale della stagione. Cresce Palumbo a centrocampo tra percussioni e lanci (male nel controllo due volte Casasola), bene anche Castiglia con i suoi movimenti a spaccare la difesa. Sottotono fino al gol invece Odjer, è lui con un controllo maldestro a spalancare il contropiede del Rezzato del 42’ che si conclude con una girata secca ma imprecisa di Bruno. Il secondo tempo si apre con una bella parata di Micai sul tiro di punta di Sottovia (5’), poi al 9’ Odjer devia il destro di Caridi e fa venire i brividi all’ex portiere del Bari. Il Rezzato continua a spingere e al quarto d’ora trovano il meritato pareggio: Coly crossa, Vitale decide di non marcare Bruno e l’attaccante napoletano batte Micai col piattone. L’1-1 dovrebbe esaltare il Rezzato, invece la Salernitana reagisce e nel giro di 6 minuti chiude la partita. Già al 17’ Vuletich riporta Colantuono in vantaggio con un tuffo di testa, la specialità della casa, su assist di Casasola. Connessione argentina per la Salernitana. Al 23’ è ancora Casasola a servire Bocalon, dimenticato dalla difesa lombarda: punta per anticipare Zanellati e prima doppietta stagionale per lo specialista delle doppie marcature. Sul 3-1 la Salernitana è tranquilla e comincia a gestire il match, lasciando anche tanto spazio al possesso palla (sterile) del Rezzato. I lombardi però difendono male e la Salernitana va a nozze. Casasola spreca un contropiede, poi al 36’ il neo entrato Volpicelli cala il poker. E che gol! Cavalcata palla al piede, doppio passo secco sull’ex Siniscalchi e sinistro potente e preciso. Gol molto simile a quello realizzato con la Pro Piacenza e poi balletto sotto la Sud per omaggiare il compagno di squadra Akpa Akpro. Il gruppo sembra unito, l’Arechi si diverte e poi si rifà gli occhi quando Odjer dai 30 metri prende la mira e col destro trova l’incrocio dei pali. Prima del fischio finale, il 6-1 di Castiglia su assist di Rosina: Colantuono può sorridere, la Salernitana vince e passa il turno. Domenica sarà trasferta a Chiavari, si giocherà contro la Virtus Entella.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News