Connect with us

News

LIVE. Conferenza castello Arechi, con Zeus accordo fino al 2022: nuovo logo e maglie 19/20, a luglio triangolare ‘Siberiano’

ORE 13.00. La conferenza stampa si chiude… con poche risposte sul futuro del management e con un generico: “Presto saprete”.

ORE 12.50. Il co-patron su Fabiani: “Oggetto di valutazioni, se avrete la pazienza di aspettare informazioni specifiche”. Lo spettacolo che lo stadio Arechi ha proposto nella seconda metà del campionato è stato di colore, calore e decibel opposti. Come la società intende cambiare passo? “Allestiremo squadra di livello, degna, Cercheremo di fare il massimo in tutti e due i settori. Oggi abbiamo fatto proposte che ci auguriamo possa incontrare i gusti dei tifosi. Il trend del botteghino è evidente, sebbene comune alle altre squadre di serie B. E’ compito nostro cercare di portare le persone allo stadio. Purtroppo i dati del botteghino sono dimezzati, è vero, ma il trend è comunq a tutte le piazze di B. Triangolare gratuito per gli abbonati di quest’anno? Sono spunti che valuteremo”.

ORE 12:47. Tifoseria spaccata che chiede progettualità, Mezzaroma replica: “Abbiamo sempre dimostrato amore, attaccamento per questa società. Mi considero un salernitano di adozione se questa città vuole considerarmi tale. I presidenti storici? Presidenti siamo anche noi, lo abbiamo dimostrato con i risultati. La Salernitana non la viviamo solo il fine settimana. Venire a Salerno a fare passerella non è più efficace rispetto al lavoro serio a distanza e io con mi cognato lo faccio quotidianamente”.

ORE 12.43. Mezzaroma su proposte di acquisto del club: “Questo mondo è fatto molto di chiacchiere. Anche in relazione a questo, ma noi non vogliamo vendere. Sono abituato a dinamiche diverse fuori dal calcio. Lotito e azzecca tutte con la Lazio? Sbaglia anche lì. Errori ne abbiamo fatti tutti, altrimenti non ci saremmo salvati ai playout e ai rigori. Abbiamo fatto delle analisi che porteranno anche a delle conseguenze. Ribadisco che un anno fa al pronti-via era di livello. A gennaio abbiamo fatto quello che poteva essere fatto compatibilmente con le condizioni. I matrimoni si fanno in due, ancora non è permesso rapire i giocatori e portarli a Salerno”.

ORE 12.40. Sempre Mezzaroma sul rapporto con le istituzioni: “Tendo sempre a separare le posizioni politiche dallo sport. Ho un ottimo rapporto con l’assessore Caramanno che mi ha personalmente invitato – non come società – all’evento del 19, purtroppo lo ha fatto con un preavviso che non mi ha permesso di essere presente, ero impegnato a Milano in Lega. Lo ringrazio. Più che fare del mio meglio, non posso fare. Cerchiamo di fare calcio. Strade diverse col Comune dopo aver iniziato insieme? Non voglio fare polemiche con la politica, c’è stato di mezzo il prolungarsi sportivo della stagione che ci ha costretti a concentrarci su obiettivi più importanti, le cose sono andati così, l’importante è che chi ha partecipato alle feste sia stato bene”.

ORE 12.36. Prosegue il co-patron: “Speriamo in un nuovo inizio, almeno da parte nostra. Spero che le iniziative possano incontrare il favore dei nostri tifosi, abbiamo sempre fatto del nostro meglio, ognuno può farsi la sua opinione, rispetto tutti. Mi sono ripromesso di non voler fare mai polemica, va bene tutto, ognuno facesse quello che ritiene. Quando parleremo di progetto tecnico? Presto, quando avremo delle cose da proporre che possano interessare. Non abbiamo certo pettinato le bambole finora, avevamo una salvezza da portare a casa, con tutto ciò che comportava questa cosa”.

ORE 12.34. Ancora Mezzaroma: “Ogni opinione è legittima, cerco di lavorare molto, alcune volte faccio bene e spesso faccio male ma mi concentro solo su quello che posso fare io. Sono contento perchè ho visto manifestazioni di gioia popolare, al di là di chi le abbia organizzate, ho visto tifosi e famiglie felici nel nome della Salernitana, che io ci sia stato o meno rileva poco”.

ORE 12.27. Stuzzicato sulla tempistica dell’evento, post celebrazione del 19 giugno 1919, e sulla mancanza di scuse ai tifosi, nonchè sulla volontà di non rispondere a domande tecniche, Mezzaroma replica così: “Siamo qui solo per parlare di centenario. Per quanto concerne la componente sportiva ci sarà tempo e modo per parlarne, non scappiamo di fronte a nulla. Scuse? Il primo dispiaciuto e addolorato per questa stagione sono stato io, insieme a mio cognato. Quando dicevo che il calcio è la scienza del giorno dopo, è perchè molti hanno la memoria corta. Quando fu allestita la squadra che si è salvata all’ultimo rigore, ricordo che era opinione molto comune che fosse stata allestita una squadra di assoluto livello che probabilmente non sarebbe andata direttamente in serie a ma avrebbe potuto giocarsi i playout”. Lapsus, poi si corregge: “Volevo dire playoff. Avrai dovuto chiedere scusa se non avessimo investito, mi trovo a dover rispondere degli atteggiamenti di mio cognato. Io rispondo per quello che dico io personalmente, altra cosa sono le comunicazioni ufficiali della società. Mio cognato non ha bisogno delle mie difese, sarà a vostra disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento, fatele a lui le domande sulle cose che dice”.

ORE 12.25. Ancora il co-patron: “Vogliamo andare in Serie A, su questo voglio essere chiaro, l’ho sempre detto. La società darà quanto è nelle sue possibilità per cercare di raggiungere l’obiettivo. Purtroppo il calcio, al netto di errori, è la scienza esatta del giorno dopo. Solo a risultato acquisito siamo stati bravi oppure no ad aver fatto valutazioni. Io ci metto la faccia. La società può fare tanto ma ci sono una serie di fattori più o meno ponderabili che influiscono sul risultato finale, non dipende esclusivamente da noi”.

ORE 12.21. Mezzaroma parla ancora di maglia celebrativa: “Sono 1919 esemplari numerati. Abbiamo un grosso problema che è relativo alla contraffazione che è generale su tutto il territorio nazionale, insieme a Zeus stiamo cercando di mettere in atto tutte le attività che permettano di attenuare inconvenienti relativi. Faremo una politica di prezzi, sul materiale ordinario, che possa andare incontro alle esigenze del pubblico. L’obiettivo è quello di iniziare la commercializzazione attraverso i nostri store, tendenzialmente nel momento in cui apriremo gli store, sarà già disponibile il materiale per la vendita”.

ORE 12.17. Ancora un’iniziativa: “Molte squadre l’hanno già fatta, vogliamo anche noi fare una hall of fame, ogni anno vogliamo inserire in questa casa dei salernitani famosi in campo sportivo in uno spazio all’interno dello stadio Arechi con una targa nella quale verranno ricordati tutti coloro che si sono contraddistinti, tra calciatori, allenatori, e ingenerale si siano distinti per passione nei confronti della Salernitana. Inseriremo come prima figura quella di Agostino Di Bartolomei”.

ORE 12.15. “Stiamo studiando iniziative editoriali con un volume sulla storia della Salernitana e anche sulle sulle magliette in collaborazione con l’associazione 19 giugno 1919, sarebbe bello potesse esserci un volume di riferimento – continua ancora Mezzaroma – Infine, intendiamo proporre un’iniziativa legata a una faccenda che ha segnato Salerno, la morte dei 4 ragazzi nel treno il 24 maggio 1999. sarebbe per noi un onore intitolare i campi nel centro sportivo Mary Rosy, dove abbiamo appena terminato di predisporre un nuovo campo in erba regolamentare a disposizione della società. Ci sono tre campi, per Vincenzo, Ciro e Giuseppe, mentre alla memoria di Simone abbiamo pensato di intitolare la sala stampa del Mary Rosy” con una targa che verrà apposta”.

ORE 12.12. Sempre il co patron: “Dal punto di vista sportivo, abbiamo deciso di festeggiare con un torneo che sarà giocato in una sola giornata: ci siamo coordinati per organizzare un torneo con Bari e Reggina che verrà disputato il 31 luglio e sarà intitolato al Siberiano”.

ORE 12.10. Ci saranno anche altre iniziative del centenario nel corso dell’anno del centenario, finiranno il 19 giugno 2020. Ci sarà un riferimento anche sui biglietti. Mezzaroma: “Doneremo a tutti i nati in questo anno un kit dedicato della Salernitana”.

ORE 12.09. Un secondo store in franchising sarà aperto alle Cotoniere: “”Essendo il centro commerciale dei salernitani e della città abbiamo sposato subito l’idea, trovando partner. progetto parte con ritardo dovuto a una serie di vicissitudini della squadra. Vogliamo che il centro commerciale diventi anche un luogo di ritrovo dove fare diversi eventi legati alla Salernitana, speriamo entro metà luglio di aprire lo store”, dice il direttore.

ORE 12.07. Mezzaroma: “Capitolo store ufficiali. Inizieremo da Salerno città, cercando di allocarli in modo tale da allocarli per coprire tutto il territorio, nella programmazione c’è volontà di aprirne ulteriori anche in provincia che rappresenta un bacino di affetto e tifo che va coltivato e incrementato. Entro agosto apriremo uno store gestito direttamente dalla società in piazza Caduti di Guerra, zona centralissima, dove trovare tutti i prodotti di merchandising e un punto ticketing dove acquistare i biglietti”. Di seguito i rendering del negozio:

ORE 12.05. Presentate le tre maglie da gioco: la prima è granata con inserti celesti e pantaloncino nero, la seconda è bianca con il petto granata e una linea leggermente diagonale, con pantaloncini granata o bianchi. La terza maglia è gialla con inserti rossi e blu per avvicinarsi ai colori del Comune di Salerno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

ORE 12. Mezzaroma presenta la maglia celebrativa: “Mi tocca fare anche il piazzista Sarà venduta in una confezione particolare, in tiratura limitata. Ripercorre uno stile retrò anche nel tessuto”.

ORE 11:55. Parla Salvatore Cirillo di Zeus: “Per essere vicini a città e tifosi abbiamo creato un indirizzo mail (salernitana@zeusport.it) per ricevere consigli e suggerimenti. Vestiamo oltre 50 club sportivi a livello internazionale, abbiamo prodotto merce non da catalogo ma personalizzata sulle esigenze della Salernitana”.

ORE 11:50. Mezzaroma: “Il logo del centenario sarà su ogni materiale, da quello sportivo, tecnico al merchandising per tutto l’anno. Ringrazio lo sponsor precedente ma abbiamo deciso di intraprendere un nuovo percorso e migliorare anche la rete di distribuzione, accordandoci con un’azienda giovane e dinamica Ho parlato con le società che hanno già rapporti con questa azienda e me ne hanno parlato benissimo”.

ORE 11:45. L’associazione 19 giugno 1919 ha collaborato alla stesure del nuovo logo con ricerche storiche: “Le scelte fatte vengono da una rappresentazione che si è voluta delle due anime dell’identità visiva della Salernitana. La prima, quella biancoceleste, nasce dalla fondazione ed arriva fino al dopo guerra per poi giungere in quella attuale, ossia il granata con l’Ippocampo. La scelta del carattere del 100 con l’effetto nastro si rifa a quella che è la maglia biancoceleste, per la precisione prende anche il richiamo di una carta intestata di una partita di A con la Triestina, con un carattere molto moderno per l’epoca, con le ascendenti dritte e parallele che ci hanno dato la possibilità di ricreare la maglia biancoceleste a righe. Per quanto concerne l’iconografia classica, ossia all’Ippocampo disegnato dal maestro Gabriele D’Alma, si è voluto pulire la forma e inclinarla in senso Italic, aggiungendo il follaro e dando dinamicità e sguardo al futuro per come intendiamo sia il Centenario, un nuovo inizio, un passaggio. Questi tre elementi si sono fusi trovando collegamenti sia con le radici che con le prospettive future”.

ORE 11:35. Parola a Roberto Policastro, di Doppiavù Studio, che curerà l’immagine della Salernitana. Presentato il logo del centenario della Salernitana. Un cavalluccio stilizzato con un 100 in celeste: “Nasce dalla voglia di prendere i caratteri fondamentali della storia della Salernitana del punto di vista visivo. Lo intendiamo come un punto di partenza dei prossimi 100 anni, non di arrivo. I claim messi nello spot sono legati dal motto “macte animo” uscito dalle recenti ricerche sulla storia della società che significa coraggio. Abbiamo fatto molte ricerche grazie al supporto dell’associazione 19 giugno 1919″.

ORE 11:30. Arriva Marco Mezzaroma che precisa subito: “Le domande su allenatore, ds, e dato tecnico troveranno risposta in altre possibilità di incontro, la prima regola di ingaggio è questa. Abbiamo pensato a una serie di iniziative a 360° per il centenario e all’accordo con il nuovo materiale tecnico. Riteniamo che il menu sia già molto appetitoso”. I tantissimi tifosi e giornalisti che attendevano altre portate in tavola, resteranno delusi.

Giornata di conferenza stampa in casa Salernitana. Questa mattina, alle 11.30, il club granata svelerà le iniziative per il centenario nella suggestiva location del castello Arechi. Verrà mostrata la maglia realizzata per il centenario da Zeus con cui è stato siglato un accordo fino al 2022. Per l’occasione grande spiegamento di forze dell’ordine con Digos e Polizia. Pattuglie e uomini in divisa appostati in ogni dove.

Su SalernitanaNews sarà possibile seguire la diretta testuale della conferenza.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Advertisement
Advertisement

Altre news in News