Connect with us

News

Lo staff di Nicola in coro: “A Salerno emozioni uniche, ci abbiamo sempre creduto”

Non solo presidente, ds, allenatore e calciatori: anche lo staff tecnico ha contribuito alla conquista della salvezza. La Salernitana è rimasta in massima serie anche grazie al meticoloso lavoro dei collaboratori di Davide Nicola: Simone Barone, Manuel Cacicia, Gabriele Stoppino Federico Barni fanno parte dello staff che ha affiancato il tecnico piemontese nella sua avventura salernitana, terminata con il raggiungimenti dell’agognata salvezza.

Cerco di aiutare il mister e lo staff nel lavoro sul campo. Nel calcio moderno l’allenatore ha bisogno di uno staff di persone componenti, capaci di valorizzare il suo lavoro. Questa è stata la mia prima esperienza al fianco del mister Nicola. Ho cercato di migliorare ulteriormente le loro capacità e viceversa. Si parla di squadra, di gruppo: chi lavora dietro le quinte rappresenta un valore aggiunto per raggiungere i risultati. Noi abbiamo cercato di aiutare sempre i ragazzi, non solo sotto l’aspetto tecnico, ma anche mentale” ha spiegato Simone Barone ai microfoni ufficiali del club.Nel mio piccolo da calciatore ho vissuto un’emozione molto bella nel Mondiale del 2006, qui ho vissuto emozioni simili. Tutti facevano il tifo per noi, vedere i ragazzi sorridenti è stato qualcosa di unico”,

È dello stesso avviso Manuel Cacicia, storico vice di Nicola: “Mi occupo della preparazione delle partite, analizziamo i dati col match analyst e quelli relativi all’aspetto atletico. Con Barone ed il mister ci occupiamo della preparazione tecnico-tattica della settimana. Quello che conta è il lavoro di squadra. È stato un lavoro di gruppo, fatto con tutte le persone che ci sono state vicine. L’obiettivo raggiunto non mi sorprende, abbiamo subito trovato grande disponibilità da parte di tutti, i dati da subito ci hanno detto che eravamo sulla strada giusta”.

Fondamentale anche l’apporto del preparatore atletico Gabriele Stoppino: Quando parliamo di lavoro non dividiamo i campi, ma ragioniamo in termini globali. Quando stai bene con le persone con cui lavori, si crea un’alchimia che consente a tutti di dare quel qualcosa in più per cercare di arrivare all’obiettivo che alla fine abbiamo raggiunto. È stata una cavalcata fantastica, abbiamo vissuto emozioni incredibili dal primo all’ultimo giorno. Forse stando sempre in campo non abbiamo capito quanto era importante per la città, ora che possiamo goderci tutto è davvero bello”.

È toccato a Federico Barni coprire il ruolo di match analyst: “Mi sono occupato di studiare l’avversario e di preparare il maggior numero di informazioni possibile relative ai nostri avversari, oltre a quelle delle nostre prestazioni tramite immagini e statistiche. Solo da qualche anno lo studio dell’avversario è diventato fondamentale, soprattutto con le tecnologie disponibili oggi. È fondamentale essere un gruppo coeso e qui a Salerno c’è stata una grande unità di intenti. L’emozione è grandissima, soprattutto per com’è finita. Ci credevamo, credevamo fortemente di potercela fare”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News