Connect with us

News

Meno sei al ritiro: ben 31 i calciatori di proprietà, la metà (almeno) in partenza

Si torna finalmente a parlare di calcio. Definita la questione societaria è doveroso dedicarsi al campo, ma il gruppo dovrà essere totalmente ricostruito in vista dell’imminente partenza per il ritiro, fissata per giovedì 15 con destinazione Cascia. Un precampionato che Fabrizio Castori affronterà con un gruppo ben lontano da quello desiderato. Un po’ come accadde l’estate scorsa, quando dei convocati che partirono per Sarnano furono poi solo 9 i giocatori successivamente presi in considerazione almeno per la prima parte della stagione 2020/21. La Salernitana ha ben 31 calciatori di proprietà, ma di questi in pochissimi dovrebbero godere di riconferma, ovvero Belec, Veseli, Gyombér, Bogdan, Capezzi, Di Tacchio e Djuric; si proverà a trattenere Jaroszynski, Coulibaly e forse Tutino. Da decifrare poi ci sono le posizioni di dieci elementi, ovvero Micai, Guerrieri, Mantovani, Sy, Aya, Schiavone, il nuovo ingaggio Cavion, il cui contratto però non è stato ancora depositato, Kupisz, Boultam e Kristoffersen. I due portieri sono legati alla Salernitana rispettivamente fino al 2023 e al 2022. Per Micai hanno sondato il terreno Ternana e Reggina, ma il suo agente non ha escluso la permanenza in granata, magari come vice Belec. Valerio Mantovani e Sanasy Sy sono legati al cavalluccio fino al 2024; Ramzi Aya ha un altro anno di contratto, possibile incontro tra le parti nei prossimi giorni per discutere. Con la promozione in massima serie sono automaticamente scattati i riscatti dal Bari di Tomasz Kupisz e Andrea Schiavone e dalla Triestina di Reda Boultam. Il polacco è cercato da Vicenza e Pordenone, i veneti pare abbiano messo gli occhi anche su Schiavone. Boultam potrebbe partire in prestito, come lui anche Cavion e Kristoffersen, contrattualizzati rispettivamente fino al 2025 e al 2024.

Fabiani ascolterà le richieste di Castori, ma per esaudirle dovrà dedicarsi soprattutto alle cessioni per sfoltire e fare cassa. Il roster sarà infatti ingolfato dai tantissimi rientri di calciatori dai prestiti. A Salerno tornano Galeotafiore, Kalombo, Vitale e D’Andrea da Foggia, Musso e Russo dal Bisceglie, Fella (Avellino), Orlando, Cernigoi e Iannoni (Juve Stabia), Giannetti (Pescara), Firenze e Curcio (Padova). Ben 14 giocatori con la valigia in mano quindi. Alcuni di questi non partiranno neppure per Cascia: tra gli indiziati Firenze.

Certamente le uscite più importanti saranno quelle di Giannetti, Curcio e Firenze. A gennaio scorso si è concretizzato lo scambio Giannetti-Jaroszynski col Pescara, l’ex Livorno però ha concluso sei mesi in abruzzo senza sussulti. Sarà difficile piazzarlo sul mercato, soprattutto in B, in virtù anche di un ingaggio pesante. Di ritorno da Padova, dove hanno sfiorato la B, ci sono Curcio e Firenze. Entrambi ceduti in prestito ai veneti, il trasferimento dell’italo-brasiliano era legato ad un obbligo di riscatto da parte del Padova in caso di promozione in cadetteria. Il centrocampista invece era stato ceduto a in prestito secco fino al termine della stagione. Entrambi hanno un contratto fino al 2022: dopo la promozione dei granata in massima serie, il loro destino potrebbe essere ancora tra Serie B e terza serie, in prestito o a titolo definitivo. Ha vestito la maglia della Juve Stabia Iacopo Cernigoi, appena dieci le presenze per lui. L’attaccante ha ancora un anno di legame col cavalluccio, un prestito sarà la soluzione. Era alle vespe anche Orlando, 6 gol e 3 assist in 25 presenze. Anche l’ex Vicenza ha un altro anno di contratto con la Salernitana. Possibile nuovo prestito in terza serie anche per Fella, reduce dalla parentesi avellinese. Proprio gli irpini vorrebbero riprenderlo, ma i discorsi più avanzati sembrano esserci col Catanzaro. Il classe ’93 è legato al cavalluccio fino al 2023. Stagione in prestito a Foggia per Kalombo, la posizione del classe ’95 è da valutare. È forte l’interesse del Pescara.

È destinato alla partenza il classe ’00 Galeotafiore che in mattinata ha svolto le visite mediche di rito. Il difensore ha racimolato in totale 19 presenze a Foggia, frenato tra ottobre e novembre dal Covid. Per lui potrebbe prospettarsi un nuovo prestito in C, ma probabilmente non in rossonero. Dovranno farsi le ossa i giovani Russo, Musso, Vitale, D’Andrea e Iannoni. I primi due hanno trascorso la scorsa stagione a Bisceglie, annata insieme a Foggia per Vitale e D’Andrea e Iannoni ha vestito il gialloblu della Juve Stabia.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News