Connect with us

Giovanili

Pagellone Primavera: Russo dirige e Bammacaro inventa, Cannavale impalpabile

DE MATTEIS 4,5: Macchia una partita altrimenti buona colpendo male con il pugno in un uscita alta e segnandosi un autogol che manda il Perugia in vantaggio a ripresa appena iniziata. Non poteva invece fare nulla nelle altre due occasioni in cui è stato battuto.

MARANGONI 6: Fa la guardia con attenzione ed è tranquillo, forse un po’ troppo, nei disimpegni. La Salernitana comunque soffre poco da quel lato, dove riesce a coprire bene le sovrapposizioni e murare i tentativi di cross.

MOTOC 6,5: Salva il risultato a fine primo tempo con un intervento di testa sulla linea dopo che Morina aveva scavalcato bene De Matteis, poi ha anche il merito di riaprire il match con il lancio su punizione che finisce direttamente in porta per l’errore di lettura di Moro.

TUMMINELLI 6: Sui palloni alti è stato imbattibile, sicuro anche nelle coperture e nelle spazzate. Si affida un po’ troppo però alla palla lunga in avanti che quasi mai premia lo sviluppo di gioco dei suoi.

PERRONE 5: Soffre molto le incursioni di Pupo Posada che su quella fascia fa il bello e il cattivo tempo, partendo spesso da dietro e riuscendo a prendere il fondo per creare tante situazioni pericolose.

PALMIERI S.V.: Dopo pochissimi minuti è costretto ad abbandonare il campo in barella per quello che sembra essere uno stiramento (dal 6′ CIPRIANI 5: Schierato in posizione più avanzata rispetto a quella di terzino che ricopre di solito, fatica a adattarsi e soprattutto nei duelli offensivi e difensivi con Pupo Posada. Dal 12′ st MILANO 5,5: Non riesce a inserirsi bene negli ingranaggi della squadra, che non passa molto dal centrocampo, ma aggiunge un po’ di corsa e muscoli che fanno bene contro le ottime abilità di palleggio che hanno Bevilacqua e Fabri).

VISCONTI 5,5: Inizia bene dando un’opzione di appoggio in più a Bammacaro sulla sinistra, quando poi diventa Cipriani il compagno con cui dialogare non riesce a trovare l’intesa per mettere in affanno Pupo Posada (dal 26′ st SABATINO 6: Si presenta con un bell’inserimento che mancava da un po’ al centrocampo granata, poi gestisce bene la palla).

RUSSO 6,5: Il migliore dei suoi, li tiene per mano e detta il ritmo di entrambe le fasi. Uno dei pochi a dimostrare davvero tutta la sua voglia nei duelli, in cui canalizza anche la propria qualità. Con gesti tecnici da apprezzare e tanta corsa si merita di terminare la partita da capitano.

BAMMACARO 6,5: Reduce da un gravissimo lutto in settimana, riesce subito a mandare una dedica lassù portando in vantaggio i suoi con un bel colpo di testa. Come sempre è quello che fa scattare la scintilla nelle azioni offensive dei granatini, ma spara sul portiere l’altra grande occasione del match che sarebbe valsa il 2-0. Comunque dai sui piedi nasce sempre un pericolo per la retroguardia avversaria, soprattutto quando può puntare l’avversario nei pressi dell’area di rigore (dal 28’st GRASSO S.V.).

SAPONARA 5,5: Novanta minuti un po’ insipidi dell’attaccante granata, che si spende tanto per provare a punzecchiare la difesa perugina, senza però riuscire quasi mai a concludere nulla, se non uno slalom sulla trequarti che dà il via all’azione più pericolosa della Salernitana in avvio di gara.

CANNAVALE 4,5: Assolutamente impalpabile. Anche il suo allenatore gli rimprovera di non essere mai riuscito a tenere su un pallone per sostenere e aiutare i suoi a salire. Poco reattivo e lucido anche quando la Salernitana riesce molto bene ad affannare i tentativi di uscita da dietro con la palla della difesa ospite (dal 12′ st LANARI 5: Come il compagno che rileva non riesce a impensierire i centrali del Perugia, che hanno facilmente la meglio su tutti i lanci lunghi che i granatini provano o sono costretti a fare).

All. PROCOPIO 5,5: I suoi iniziano in maniera molto positiva, trovando subito il vantaggio e soprattutto il modo giusto di far male al Perugia con il pressing alto nei momenti giusti. Telecomanda i suoi in ogni situazione, ma lo sprone costante a fare attenzione e mettere decisione nei duelli individuali non viene recepito bene da tutti i ragazzi, che anzi in diverse situazioni decisive risultano troppo molli.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili