Connect with us

News

Poca “luce” all’Arechi: per iscriversi in A Salernitana indicherà (temporaneamente) il Vigorito

C’è un problema riflettori allo stadio Arechi. Riguarda la potenza delle luci, non adeguata alle richieste della Lega Serie A. Lo svela il quotidiano Il Mattino oggi in edicola, secondo cui – al termine di una lunga ispezione da parte dei delegati preposti – la Salernitana sarà costretta a indicare (temporaneamente e solo formalmente) un altro stadio nel carteggio dei criteri infrastrutturali da allegare alla domanda di iscrizione al campionato: il primo campo dovrebbe essere il Ciro Vigorito di Benevento, con l’Arechi solo seconda scelta, a patto che venga dimostrata la progettazione e la certezza di realizzazione di un impianto di illuminazione più potente.

Le torri faro dell’Arechi hanno infatti una capacità di 1400 lux, per la Serie A ne occorrono 250 in più. Non si tratta di un semplice intervento di sostituzione di lampade, bensì più sostanzioso. Varrà circa un milione di euro e dovrà farsene carico il Comune. La scadenza per la compilazione del modulo dei criteri infrastrutturali è il 21 giugno e per quella data sicuramente l’amministrazione non riuscirà ad adeguarsi. Ecco perché la Salernitana indicherà inizialmente lo stadio beneventano come impianto casalingo, salvo poi modificarlo certamente prima dell’esordio in campionato. Il campanello d’allarme è suonato ieri, alla presenza anche dell’assessore allo sport, Caramanno, e dei rappresentanti della Salernitana (il segretario Dibrogni, Fabiani, Bianchi) che hanno attivato la macchina per risolvere rapidamente il problema sollevato dall’ispettore della Lega A, Longhi, e dal delegato Rizzello. Parte la corsa contro il tempo, la priorità è fare “luce” sull’Arechi.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News