Connect with us

Giovanili

Primavera, i baby delfini ‘riscattano’ i grandi: Salernitana surclassata in Abruzzo

Campionato Primavera 2, Girone B – 6^ giornata
TABELLINO  –  Pescara-Salernitana 6-0

PESCARA: Sorrentino, Staver, Quacquarelli (Mancini 34′ st), Diambo, Palmentieri, Longobardi, Chiarella, Tringali (Dieye 25′ st), Blanuta (Stampella 17′ st), Mercado (Caliò 17′ st), Belloni (Seck 25′ st). A disp: Klan, Del Greco, Mancini, Dieye, Kuqi, De Marzo, Salvatore, Stampella, Caliò, Seck. Allenatore: Iervese

SALERNITANA: Campisi (Ciabattini 25′ st), Piervenanzi, Gambardella, Vignes (Visconti 30′ st), Di Micco, Panariello (Arena 1′ st), Idioma (Guzzo 1′ st), Pezzo (Cannavale 30′ st), Guida, Russo, Dommarco. A disp: Ciabattini, Giliberti, Bruschi, Cipriani, Guzzo, Perrone, De Iorio, Arena, Cannavale, Guadagnoli, Capaccio, Visconti. Allenatore: Rizzolo

Arbitro: Perri di Roma (Cerilli/Pressato)

NOTE. Marcatori: Belloni al 7′ pt e 44′ pt, Blanuta al 23′ pt, Chiarella al 37′ pt e 38′ st, Mercado al 41′ pt (P). Ammoniti: Quacquarelli e Caliò (P), Pezzo e Gambardella (S).

La Salernitana Primavera non riesce a riscattare la sconfitta rimediata nello scorso turno contro il Crotone e cade rovinosamente in casa del Pescara. I granatini, praticamente non pervenuti, incassano sei reti e si avvicinano al fondo della classifica. Contemporaneamente, i baby delfini riscattano in qualche modo la sconfitta della prima squadra patita a campi invertiti.
LA PARTITA. Partono subito forte i padroni di casa, dando l’impressione più volte di poter portarsi in vantaggio. Difatti, dopo soltanto otto minuti i biancazzurri sbloccano il match: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Diambo mette al centro una palla deliziosa che Belloni deve soltanto spingere in porta con un colpo di testa. La Salernitana non ci sta e prova a darsi una scossa con il mancino del capitano Vignes che, battendo un calcio da fermo al limite dell’area, è sfortunato e colpisce in pieno la traversa. Al 20’ sono ancora i granatini a rendersi pericolosi con un tiro di sinistro da parte di Russo. Il suo tentativo dalla distanza viene però intercettato da Sorrentino, che non si fida della presa e si rifugia in calcio d’angolo. Da questo momento in poi i ragazzi di mister Rizzolo sembrano sparire dalla gara, subendo le iniziative degli abruzzesi. Al 23’ Blanuta va in rete regalando il doppio vantaggio ai suoi. Nella circostanza si fa male l’estremo difensore granata Campisi, costretto ad abbandonare il campo e sostituito da Ciabattini. Alla mezz’ora arriva il primo giallo della gara: Quacquarelli commette un fallo che l’arbitro decide di sanzionare. Al 37’ arriva il tris da parte del Pescara con lo stesso Quacquarelli che crossa per Chiarella, bravo a colpire di piatto e a insaccare palla nell’angolino. Ma la difesa lo lascia colpevolmente solo. Al 42’ lo stesso Chiarella fornisce un assist al bacio per Belloni che sbaglia clamorosamente da due passi, ma alle sue spalle c’è Mercado pronto a ribadire in rete: 4-0 e partita che sembra già in cassaforte per il Pescara. I ragazzi di mister Iervese dopo due minuti calano la manit”: scatenato Quacquarelli a destra con l’assist per Belloni che questa volta non sbaglia e trafigge il portiere. Finisce così un primo tempo da incubo per la Salernitana.
All’intervallo mister Rizzolo prova a cambiare qualcosa inserendo Arena e Guzzo al posto di Panariello e Idioma.
Nella ripresa, al 50’, c’è la prima ammonizione anche per la Salernitana: il capitano Gambardella finisce sul taccuino dei cattivi. Dopo un giro di lancette, Blanuta riceve il pallone in area di rigore e calcia: il suo sinistro, diretto all’angolino, viene deviato in corner dall’ottimo intervento di Ciabattini. Quest’ultimo si mette ancora in mostra quando nega la gioia della doppietta a Marcado poco dopo. L’attaccante del Pescara, da posizione ravvicinata, non riesce a metterla dentro. Al 66’ torna a farsi vedere la Salernitana con Arena che innesca in area di rigore Guida, la conclusione di quest’ultimo però viene fermata dal petto di Sorrentino, bravo a chiudere lo specchio. Dopo tre minuti arriva un’altra ammonizione in casa Salernitana: pezzo in scivolata travolge Calió, intervento meritevole di cartellino giallo. A un quarto d’ora dal termine Piervenanzi prova ad impensierire Sorrentino, ma l’estremo difensore è bravo però a smanacciare il pallone, allontanando la minaccia. All’84’ arriva la doppietta personale di Chiarella. Dopo aver saltato un uomo, cosa che gli è riuscita spesso in partita, fa partire il diagonale che bacia il palo e finisce alle spalle di Ciabattini. Nel recupero anche Sorrentino si mette in mostra, compiendo un miracolo sulla punizione battuta molto bene da Arena. Il portiere dei baby delfini, in gran forma, riesce così a mantenere inviolata la propria porta. La partita dunque si conclude con un netto 6-0 a favore dei padroni di casa.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili