Connect with us

News

Pubblico e stadi, a inizio settembre la decisione: il nuovo DPCM riapre (con limitazioni) “eventi di minore entità”

Slitta ancora, ma non sembra più lontanissima la svolta per il pubblico negli stadi a partire dalla prossima stagione. Nel DPCM entrato in vigore ieri, c’è un esplicito riferimento che può interessare da vicino gli habitué dei gradoni nel fine settimana. Si parla tuttavia, al momento, solo di eventi sportivi di minore entità, visto che quelli di interessa nazionale restano consentiti solo a porte chiuse e nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive federazioni.

“Dall’1 settembre 2020 è consentita la partecipazione del pubblico a singoli eventi sportivi di minore entità, che non superino il numero massimo di 1000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti sportivi al chiuso. La presenza di pubblico è comunque consentita esclusivamente nei settori degli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, con adeguati volumi e ricambi d’aria, nel rispetto del distanziamento interpersonale, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro con obbligo di misurazione della temperatura all’accesso e utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie”, si legge nel DPCM firmato dal premier, Giuseppe Conte. Spera, però, anche il calcio professionistico, a leggere le dichiarazioni di apertura del ministro Spadafora (clicca qui per leggere) e la prosecuzione del DPCM in questione: “In casi eccezionali, per eventi sportivi che superino il numero massimo di 1000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti sportivi al chiuso, il Presidente della  Regione o Provincia autonoma può sottoporre specifico protocollo di sicurezza alla validazione preventiva del Comitato tecnico-scientifico ai fini dello svolgimento dell’evento”. Il DPCM scadrà il 7 settembre. Per quella data è possibile che l’apertura agognata possa verificarsi, anche solo parzialmente. Venti giorni dopo, infatti, avrà inizio il campionato di Serie B.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News