Connect with us

News

Quando Ventura uscì sconfitto dall’Arechi: “Il pubblico ha spinto”. In dodici incroci solo due ko per il tecnico

Giovedì, o al limite venerdì, inizierà l’avventura di Gian Piero Ventura sulla panchina della Salernitana. L’esperto tecnico ligure intraprenderà la sua esperienza in granata con un sopralluogo dei campi di allenamento e con la conferenza stampa di presentazione. Una importante occasione di rilancio per l’ex Torino, reduce da due esperienze alquanto negative con la Nazionale ed il Chievo.

Ventura e la Salernitana però si sono incrociati spesso nel corso del tempo: non solo perché il tecnico classe ’48 fu già vicino alla panchina granata (clicca qui per leggere l’articolo in merito) ma anche perché dal 1996 sono state diverse le occasioni in cui le squadre di Ventura hanno affrontato l’ippocampo.

Il primo precedente risale proprio alla stagione 1996/1997: era il 15 dicembre e Ventura sedeva sulla panchina del Lecce. I salentini uscirono imbattuti dall’Arechi e finì 1-1 con reti di Francioso e Tosto. Al ritorno ancora un pareggio, questa volta per 2-2: giallorossi avanti con Francioso e Palmieri, l’undici di Colomba raggiunse il pari con Artistico e Breda.

Nella stagione successiva Ventura guidava il Cagliari che alla nona giornata fermò la Salernitana di Rossi sull’1-1: a segno Artistico e Muzzi. Al ritorno invece i campani si imposero di misura con un gol di Tosto decisivo per la promozione in massima serie. Dopo quella partita Ventura commentò: “Il pubblico si è divertito per la vittoria e ha spinto la Salernitana, c’è un pizzico di rammarico perché fino al gol avevamo avuto della palle più importanti confermando che il Cagliari deve fare ancora qualche sacrificio nella speranza di poter riaffrontare la Salernitana (in Serie A ndr). Venire qui, in un ambiente eccitato, ed avere quel tipo di approccio è stata una dimostrazione di buona volontà”.

Ed effettivamente l’anno dopo Salernitana e Cagliari si ritrovarono in Serie A, ancora con Ventura sulla panchina dei sardi che vinsero per 3-1 sia all’andata che al ritorno. All’Arechi, dopo l’illusorio vantaggio di Belmonte, andarono a segno Macellari e Muzzi, quest’ultimo autore di una doppietta. Medesima dinamica al ritorno quando Di Vaio sbloccò il risultato prima della reti di M’Boma e Berretta (doppietta anche per lui).

Nella stagione 1999/2000 Ventura invece si ritrovò a guidare la Sampdoria in cadetteria: a Salerno conquistò un punto (finì 1-1, reti di Flachi e Melosi) mentre in casa incassò un pesante 4-2. I granata di Cagni vinsero con le reti di Di Michele e Vannucchi, entrambi a segno due volte, mentre i padroni di casa riaccesero le speranze con Dionigi e Casale.

Ventura torna a Cagliari e ritrova la Salernitana l’1 dicembre del 2002. In terra sarda finisce 2-0 per i padroni di casa grazie ai gol di Esposito e Melis. Bottino pieno per i rossoblu anche al ritorno; la sequenza dei gol vede andare a segno ancora Esposito, Stendardo per la Salernitana e Lopez a siglare il definitivo 1-2. Gli ultimi incroci invece risalgono alla stagione 2008/2009: Ventura allenava il Pisa che pareggiò per 1-1 all’Arechi (a segno Di Napoli e Job) mentre finì con un pareggio a reti bianche al ritorno.

 

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News