Connect with us

News

Qui Chievo: clivensi sanzionati dalla Fifa, rischiano blocco del mercato in entrata

Il Chievo, prossimo avversario della Salernitana, è stato sanzionato dalla Fifa. Il club clivense dovrà versare gli interessi di mora per aver pagato in ritardo la rata di giugno del 2020 per l’acquisto del calciatore Federico Barba, ingaggiato nell’estate del 2018. Il documento pubblicato dalla Fifa spiega che al club di patron Campedelli (che ha ancora tre settimane per presentare ricorso) era stato indicato un termine di 45 giorni per il pagamento dell’importo dovuto, pena lo stop alle operazioni di mercato, sia in Italia che con club esteri per ben tre sessioni consecutive.

In particolar modo il Chievo, il 12 luglio del 2018, aveva ingaggiato Federico Barba dagli spagnoli dello Sporting Gijon per quasi 3 milioni di euro da versare nelle casse del club asturiano in otto rate, a partire dal 13 agosto 2018 e  fino al 15 settembre 2020. I clivensi hanno regolarmente versato le prime 6 tranche, fermandosi dalla settima rata, dall’importo di 320mila euro circa. Dopo una denuncia dello Sporting alla Fifa, il Chievo ha versato altri 305mila euro ma resta il problema del ritardo di tre mesi nel pagamento. Per questo motivo il giudice monocratico Roy Vermeer ha sanzionato il Chievo, intimando di versare gli interessi pari al 5%, da calcolarsi sui 305mila euro della rata pagata in ritardo. Infine, se il Chievo non dovesse pagare entro 45 giorni la somma indicata, rischierebbe un blocco delle operazioni di mercato (in entrata) per tre sessioni di fila.

Clicca qui per consultare il documento integrale

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News