Connect with us

News

Salernitana in A, chi l’ha già ‘assaggiata’? Veseli il più esperto, meno di mezz’ora per Kupisz

In attesa di novità concrete sul futuro societario, in casa Salernitana è d’obbligo pensare anche all’aspetto tecnico. Il calciomercato entrerà nel vivo solo a luglio, dopo gli Europei, ma qualcosa comincia già a muoversi. Non solo per quanto riguarda i possibili nuovi innesti (clicca qui per leggere l’articolo) ma anche per quei calciatori che dopo aver partecipato all’incredibile ed emozionante cavalcata in Serie A potrebbero far stabilmente parte anche della Salernitana 2021/2022. “In Serie A non cambieranno i concetti di gioco, non ci snatureremo” dichiarò il tecnico Fabrizio Castori pochi giorni dopo la storica vittoria di Pescara, ammettendo però che la rosa “va puntellata con giocatori di categoria, adatti alla mia filosofia di calcio”. Dunque, il progetto tecnico è fin troppo chiaro: la Salernitana che nascerà nel ritiro di Cascia (clicca qui per leggere l’articolo) dovrà ancora una volta rispettare il carattere del suo allenatore che avrà bisogno di volti nuovi ma anche di qualche calciatore presente in rosa e che già conosce la categoria.

Nell’attuale organico, diversi calciatori hanno giocato almeno una stagione in massima serie. È il caso di Vid Belec, che aveva già conquistato la Serie A proprio con Fabrizio Castori in quel di Carpi. L’estremo difensore sloveno ha collezionato 45 presenze nel massimo campionato italiano, di cui 30 con gli emiliani e le altre 15 divise tra Benevento e Sampdoria. Ne ha addirittura 48 Veseli, punto di riferimento dell’Empoli nella stagione 2016/2017 e ancora nella 18/19. L’ultima apparizione in Serie A di Gyomber risale invece al 5 febbraio 2017, quando vestiva la maglia del Pescara e affrontò la Lazio: quella è stata la 34esima ed ultima (per il momento) volta dello slovacco in Serie A, precedentemente assaporata con le maglie di Catania e Roma.

Sono 30 invece le presenze di Jaroszynski in Serie A tra il 2017 ed il 2019, tutte con il Chievo (anche sotto la breve gestione Ventura). Ha esordito in A con i clivensi pure Sofian Kiyine che, nonostante la giovane età, ha già timbrato il cartellino 30 volte, proprio come Jaro, sempre con i gialloblu. Ha 13 gettoni di presenza in più Leonardo Capezzi, il quale ha giocato in A con le casacche di Crotone, Sampdoria ed Empoli. È invece arrivato a quota 12 Mamadou Coulibaly (9 a Pescara, 3 con l’Udinese che ne detiene il cartellino) mentre il più esperto Kupisz ha giocato solo 28′ in Serie A, entrando a gara in corso in una sfida tra Chievo e Inter terminata con la vittoria dei veneti con una doppietta di Obinna nel maggio del 2014. Ha “solo” 28 presenze invece Milan Djuric, il quale in massima serie ha segnato due gol, uno dei quali alla Juventus di Allegri nel 2015. Spera di ritrovare la Serie A in granata anche Gennaro Tutino che ha avuto la possibilità di assaporare appena la massima espressione del calcio italiano nella stagione 2019/2020, con la maglia dell’Hellas Verona: solo 6 presenze per un totale di 224′ trascorsi in campo. E Fabrizio Castori? Il tecnico vanta 33 panchine in Serie A, tutte nel campionato 2015/2016 col Carpi: esonerato alla sesta giornata, fu richiamato alla dodicesima ma non riuscì a salvare gli emiliani anche se con la sua media punti (1,03 a partita) l’impresa sarebbe stata possibile.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News