Connect with us

Serie B

Subbuglio Serie B, Giorgetti annuncia: “I ripescaggi devono esserci”

AGGIORNAMENTO ORE 21 – Prende sempre più corpo l’ipotesi di un campionato cadetto a 22 squadre. Anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti, ai microfoni di gianlucadimarzio.com è intervenuto in merito: “Arrivati a questo punto, la FIGC deve rapidamente decidere il format della Serie B con un provvedimento di autotutela, chiedendo al Collegio di Garanzia la graduatoria delle squadre che debbono essere ripescate. Ho letto velocemente le motivazioni della sentenza del TAR di questa mattina con la quale è stata dichiarata l’illegittimità dei provvedimenti del Commissario Straordinario, mi sembra che vi sia materiale sufficiente per dire che i ripescaggi debbano esserci e che ci si debba attenere a quanto statuito dal TAR stesso”.

“Arrivati a questo punto, la FIGC deve rapidamente decidere il format della Serie B con un provvedimento di autotutela, chiedendo al Collegio di Garanzia la graduatoria delle squadre che debbono essere ripescate. Ho letto velocemente le motivazioni della sentenza del TAR di questa mattina con la quale è stata dichiarata l’illegittimità dei provvedimenti del Commissario Straordinario, mi sembra che vi sia materiale sufficiente per dire che i ripescaggi debbano esserci e che ci si debba attenere a quanto statuito dal TAR stesso”.

Una riunione d’urgenza convocata dalla Lega B domani a Milano nella sede di via Rosellini per decidere il da farsi dopo la decisione del Tar del Lazio, pubblicata questa mattina, di accogliere il ricorso di Ternana, Pro Vercelli e Siena contro il blocco estivo dei ripescaggi. Per ora, bocche cucite. La situazione è di non facile gestione e il presidente Mauro Balata, assieme ai massimi dirigenti delle 19 società attualmente iscritte al campionato, è chiamato a prendere una decisione. “Stante l’eccezionalità della situazione determinatasi, invia d’urgenza” la Lega ha dunque chiamato a raccolta i rappresentanti dei club: appuntamento alle 14, ci sarà anche Marco Mezzaroma che dovrà, dunque, saltare il viaggio a Salerno per la cerimonia di commemorazione di Donato Vestuti (clicca qui per leggere l’articolo). Nella  giornata di domani la Lega B dovrebbe avere più chiaro il quadro, visto che la Figc è già in riunione con il pool di avvocati per stabilire se impugnare la decisione del Tar Lazio, rivolgendosi al consiglio di Stato, oppure renderla esecutiva e provvedere a riportare il format del campionato cadetto a 22 squadre.

Nelle ultime ore sono numerose le ipotesi rimbalzate, dal blocco del campionato cadetto per il weekend corrente, in modo da prendersi più tempo per decidere la cosa migliore, fino alla prosecuzione dell’ostracismo, magari impugnando la sentenza. Le squadre attualmente in B non hanno intenzione di giocare un numero elevatissimo di partite in un fazzoletto di annata, iniziando a 22 dal mese di novembre. C’è poi chi, al di fuori della lega, ritiene migliore invece l’accettazione della sentenza: in quel caso si passerebbe subito alla determinazione della griglia dei ripescaggi, con ammissione delle tre società (sulle cinque che sono in lotta) e la conseguente riformulazione dei calendari con le tre squadre in più: così facendo, le partite già giocate tra squadre già in organico, sarebbero comunque valide ai fini del campionato. Ma che confusione.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Serie B