Connect with us

News

Svolta di mercato e tattica: quante opzioni per Colantuono

La palla, ora, passa al campo. Dopo il primo mese dell’era Iervolino, la Salernitana è stata radicalmente rivoluzionata dal calciomercato condotto dal ds Walter Sabatini, con ben undici volti nuovi (Perotti compreso). Una squadra nuova, ora in grado di interpretare più moduli e di fornire al tecnico Stefano Colantuono più di una alternativa.

Come giocherà la nuova Salernitana

Da quale modulo si ripartirà? Difficilmente dal 3-5-2. “Non mi piace” disse Walter Sabatini nella conferenza stampa di presentazione, spiegando che “il modulo è una prerogativa dell’allenatore” il quale potrebbe puntare sulla difesa a quattro. Volendo immaginare una formazione tipo, davanti a Sepe potrebbero agire Mazzocchi a destra e Ranieri sul fronte opposto. Al centro il nuovo leader sarà Federico Fazio, affiancato da uno tra Gyomber, Gagliolo e Dragusin. Occhio a Ivan Radovanovic, centrocampista che negli ultimi anni ha arretrato il suo raggio d’azione, giocando anche da stopper.

Il giocatore serbo potrebbe vestire i panni di vertice basso in un centrocampo a tre, con due mezzali ai suoi lati. Per queste due caselle le alternative non mancano: favoriti Èderson e Lassana Coulibaly, ma anche Mamadou e Bohinen saranno sempre seri candidati ad una maglia da titolare. Tante le alternative anche sulla trequarti, dove potrebbero esserci due calciatori: Verdi, Perotti e Ribery i primi nomi, con uno tra Mikael e Mousset come unica punta.

Non è da escludere la possibilità di vedere la Salernitana schierata col 4-2-3-1, dunque con un centrocampista in meno e con un tridente composto da Verdi, Ribery e Perotti. Al centro potrebbe esserci spazio anche per attaccanti dinamici come Bonazzoli Mousset. Quest’ultimo, come spiegato da Sabatini “parte più da lontano, ma taglia molto bene verso la porta”, ecco perché le sue caratteristiche atletiche e tecniche potrebbero tornare utili dalla trequarti in su. Da oggi (ripresa degli allenamenti alle 15) Stefano Colantuono avrà tempo e modo di valutare la miglior formazione possibile: nel mirino c’è lo Spezia, uno spareggio da non fallire.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 






Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News