Connect with us

News

Trust e fiduciarie di due banche: un universo finanziario ha in mano il futuro granata

AGGIORNAMENTO ORE 12.30 – Banca Sistema non è collegata al trust costituito dalla Salernitana. L’istituto di credito ha diramato una nota stampa, sottolineando che “con riferimento alla notizia riportata da alcuni organi di informazione circa la costituzione del trust Salernitana 2021 e del trustee Widar Trust srl, che si riporta fare capo a Banca Sistema, la Banca comunica che si tratta di notizia errata”. Infatti “Widar Trust non è in alcun modo riconducibile a Banca Sistema” si legge nella nota. Resta dunque da capire quale sia la banca a “sostegno” del trustee Widar Trust srl che insieme al Melior Trust SRL (riferimento Banca del Fucino) compone il trust che avrà il compito di portare la Salernitana alla cessione nei prossimi sei mesi (clicca qui per leggere l’articolo).


Sono due le società a cui è affidato il delicato compito di vendere la Salernitana entro 6 mesi (con 40 giorni di eventuale proroga) ma prima ancora con la missione di convincere la FIGC dell’interruzione di ogni legame con Claudio Lotito e Marco Mezzaroma e ottenere il via libera per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie A. Il primo soggetto è “Melior Trust SRL” con a capo Susanna Isgrò, il secondo è “Widar Trust SRL” il cui CEO è Paolo Bertoli. La “Melior Trust SRL” con sede a Roma in Via Francesco Siacci, è stata fondata da Susanna Isgrò e dall’avvocato Giampiero Tasco, che dopo averne perso il controllo, nel 2011 hanno riacquistato Meliorbanca che detiene le quote di Melior Trust, tornandone così al timone. Munito di un capitale sociale di 200.000 euro (equamente diviso al 50% da Isgrò e Tasco), Melior Trust SRL  amministra società per un valore che supera il tetto del miliardo di euro.

Ha già avuto esperienze nel mondo del calcio, con Massimo Cellino, proprietario del Brescia e già numero uno del Leeds, squadra che ritorna di attualità visto che è detenuta da quel Radrizzani che ha rilanciato l’offerta per la Salernitana. La “Melior Trust SRL” si legge da un report de “Il Sole 24 ore” controlla la Eleonora Immobiliare che a sua volta fa altrettanto con la Brescia Holding attraverso la Elenora Sport Limited. L’altro trust si chiama “Widar Trust SRL” con a capo Paolo Bertoli. Ha sede a Roma in Via Firenze 32 ed è stata costituita il 27 marzo 2006, avendo come oggetto esclusivo lo svolgimento l’intestazione fiduciaria e l’amministrazione di patrimoni e attivi (disponibilità liquide, crediti, titoli, partecipazioni, immobili, opere d’arte, diritti e altri beni mobili, anche iscritti in pubblici registri). Ha un capitale sociale di 277 mila euro. Il CdA è formato dal Presidente Paolo Bertoli, dal suo Vice Francesco Bosio e dai Consiglieri Claudio Giordano, Daniele Rodia e Alberto Tron.

Paolo Bertoli è Managing Partner dello Studio “Bertoli & Associati”, Membro del Comitato Scientifico di RSM S.p.A. ed è stato partner di RSM fino a maggio 2020, con responsabilità di coordinare tutte le attività relative alle CFO Practice. Come si legge dal suo Curriculum, è presidente dell’Advisory Council di Andaf (l’associazione dei CFO italiani), ha rivestito l’incarico per oltre 13 anni di Direttore Generale di un Gruppo Bancario quotato al segmento Star di Borsa Italiana e per 5 anni è stato l’Amministratore Delegato di un gruppo industriale operante nel settore delle acque minerali. È iscritto all’ordine dei dottori commercialisti e al registro dei revisori legali ed esperti contabili ed è consulente tecnico del tribunale civile e penale di Roma. È inoltre iscritto all’ordine dei giornalisti (direttori di riviste). È docente nelle materie amministrazione, finanza e controllo ai master di secondo livello tenuti nelle università di Pisa e Napoli (Parthenope). È docente nel laboratorio di Ragioneria dell’università di Ferrara (biennio magistrale).

Due società fiduciarie – iscritte al registro della Banca d’Italia – per altrettante banche, una con sede a Roma e l’altra a Milano.  Nel gestire gli interessi della Salernitana, infatti, Melior fa riferimento a Banca del Fucino, che ha nella capitale e nel Centro Italia il territorio principe. In Lombardia, invece, la sede di Banca Sistema, riferimento di Widar Trust SRL. a prima, fondata a Roma nel 1923 dai principi Torlonia, deve il suo nome alla realizzazione della gigantesca opera di bonifica e riassetto della piana del Fucino in Abruzzo, la più grande costruzione idraulica dell’Italia Unita.

La Banca, il cui capitale sociale è di 103.465.000 di euro, ha una rete di 37 filiali di cui, 22 nella provincia di Roma e 2 in provincia di Frosinone, 8 in Abruzzo, 3 in Sicilia, 1 nelle Marche a San Benedetto del Tronto e 1 in Lombardia. Il Presidente di Banca del Fucino dal 2019 è Mauro Masi (foto in alto), già Direttore Generale della RAI dal 2009 al 2011. Nel Cda della banca figura pure Massimo Pulcinelli, attuale patron dell’Ascoli. In passato i rapporti con Lotito e in particolare modo la Lazio sono stati di proficua collaborazione: i team capitolino ha infatti ideato e prodotto la propria carta prepagata con il gruppo Igea Banca – capogruppo è Banca del Fucino, appunto – che è stato anche sponsor del club biancoceleste tre anni fa.

Banca Sistema, con sede in Largo Augusto a Milano, è invece nata nel 2011, come istituto specializzato nell’acquisto di crediti commerciali vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione. Con il 30% delle quote, Gianluca Garbi è Amministratore Delegato della banca dal 30 aprile 2021. Laureato in Economia e Commercio presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Garbi è stato designato dal Ministro dell’Economia e delle Finanze quale membro del Consiglio degli Esperti Economici nel 2007, riportando direttamente al Direttore Generale del Ministero del Tesoro, Mario Draghi. E’ un mosaico molto frastagliato e articolato quello da cui deve venire fuori il futuro della Salernitana, con quasi tutti i protagonisti in campo lontani, sia geograficamente che concettualmente, dal rettangolo verde dove il pallone deve rotolare.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News