Connect with us

News

Trust ok, Fabiani: “Felice per i tifosi, sarebbe bello se club andasse a un salernitano”

Quattro interminabili giorni di attesa, prima della fumata bianca. Salerno e la Salernitana hanno finalmente la certezza della Serie A conquistata sul campo lo scorso 10 maggio. “Sono molto contento per il popolo granata”, sono le prime e semplici parole di Angelo Fabiani intercettato dai nostri microfoni. Il dg della Salernitana rimarrebbe così in sella, per il periodo in cui il club “traghetterà” lungo la rotta della massima serie. “Ci sarà modo e anche tempo per fare delle lunghe riflessioni su chi evidentemente pensava che la Salernitana fosse una mucca da mungere. Dal 25 giugno Lotito e Mezzaroma hanno consegnato le chiavi della Salernitana da oggi il club ha preso un’altra strada, come giusto che sia – aggiunge Fabiani – Vorrei ringraziare i legali, i commercialisti, il notaio Votta e i trustee che hanno permesso di sistemare una situazione non semplice, collaborando tutti con grande professionalità alla composizione di questo istituto e facendo le cose per bene. La burocrazia purtroppo ha i suoi tempi, non si istituisce un trust dall’oggi al domani. I tempi potevano essere molto lunghi, ma noi ci siamo riusciti in tempi record e non era semplice, contrariamente a quanto pensava qualcuno. Ci tengo a ringraziare anche tutte le istituzioni federali, partendo dal presidente Gravina che è stato parte terza e garante delle istituzioni e del merito sportivo. Gli auguro le migliori fortune. Un grazie doveroso va anche a Claudio Lotito e Marco Mezzaroma che hanno fatto un ulteriore atto d’amore nei confronti della Salernitana, denudandosi di tutto e mettendo a rischio tutto. Oggi loro non possono più pretendere nulla da nessuno, ci saranno i due trustee a fare le valutazioni sulla cessione della società. Questo è chiaro. Sarebbe bellissimo se la Salernitana andasse ad un imprenditore salernitano. Si può discutere sui tempi, ma c’è stata la buona volontà da parte di tutti nel fare una cosa complessa in poco tempo, oggi comincia un nuovo capitolo”.

Nonostante le polemiche dei giorni scorsi e qualche “stoccata” ora è tempo di pensare al calcio giocato. Tra due giorni ci saranno le visite mediche a Salerno prima della partenza per il ritiro di Cascia il 15 luglio. C’è una Serie A da preparare, Fabiani rimane fiducioso: “Da domani daremo seguito a cose di campo che stavamo facendo e abbiamo dovuto tralasciare per seguire questa questione. Ma c’è il tempo necessario per lavorare bene e fare ciò che va fatto“. Il dirigente romano chiude con un commento sui possibili strascichi della decisione del Consiglio Federale. Benevento e Cosenza sembrano intenzionate a fare ricorso…e Vigorito? “Viviamo in uno stato di diritto e ognuno può fare ciò che ritiene più opportuno. Io non sono certamente tra quelli che prima applaudono i tifosi della Salernitana sotto la curva – ha punzecchiato – e poi li pugnala alle spalle. A buon intenditor poche parole”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News