Connect with us

Giovanili

U16, il Cosenza espugna il Volpe. Della Calce: “Qualche errore di concetto, ma buona prestazione”

TABELLINO SALERNITANA-COSENZA 1-2 (Under 16) 6^Giornata

SALERNITANA: Ricci, Barretta, Buonocore (7’ st Salzano), Trombetta (36’ st Caiafa), Apetino, Perrotta (36’ st Acone) , Sepe, Coppola, Saviello (22’ st Ramaglia), Zerillo, Fisio (22’ st Mele) . A disp: Pappalardo, Salvati, Celli, Basile. All: Della Calce

COSENZA: Pompei (12’ st Abbruzzese), Bevillacqua, Zicaro, Sarpa, Cerra, Zoda, Muraca (38’ st Porco), De Luca, Greco (25’ st Lagatta), Raimondi, Roseti (38’ st Salvino). A disp: Gravina, Gigliotti, Ballariano, Paciola, Caruso. All: Belmonte

Arbitro: Signor Antonio Savino di Torre Annunziata (Carlo Pipola/Maria Grazia Iezza)

NOTE. Marcatori: 15’ pt Raimondi, 9’st Fisio, 30’ st Lagatta. Ammoniti: Greco (C), Lagatta (C). Angoli: 4-0. Recupero: 1’pt – 4’st

Dopo la sosta, arriva un’altra sconfitta per la Salernitana U16. I ragazzi di mister Della Calce escono sconfitti 2-1 dal match andato in scena questo pomeriggio al Volpe, contro i pari età del Cosenza. Inutile il gol del momentaneo pareggio trovato da Fisio nella ripresa visto il calcio di rigore molto dubbio assegnato agli ospiti nel finale e che li ha portati alla conquista dei tre punti.
La prima occasione per passare in vantaggio ce l’hanno i padroni di casa: al 2’ infatti, Trobetta ci prova su calcio da fermo. La sua conclusione viene respinta molto bene da Pompei che si rifugia in angolo. Al 15’, a sbloccare il match però, sono gli ospiti. Raimondi trova una splendida rete in seguito ad un tiro dal limite dell’area che, dopo aver impattato il palo, termina alle spalle di Ricci. I granatini provano a reagire e al 22’ tornano a farsi vedere dalle parti di Pompei. In particolare, Fisio ruba palla al difensore avversario e non appena entra in area calcia col destro. L’estremo difensore avversario non ha particolari problemi nel bloccare una conclusione piuttosto debole e rasoterra. Dopo una decina di minuti altra chance per la Salernitana. Dopo una bella azione manovrata, dalla sinistra Buonocore crossa per Fisio che è bravo nell’anticipare il difensore, ma è meno bravo nella conclusione che termina distante dai pali. Si chiude così un primo tempo abbastanza equilibrato ma che vede i silani sopra di un gol.
Nella ripresa i padroni di casa sembrano avere un’altra mentalità e difatti al 9’ trovano il gol del pareggio. Sepe dalla bandierina la mette in mezzo e, complice anche un’uscita a vuoto di Pompei, Fisio riesce a colpire di testa insaccando a porta vuota. Punteggio ristabilito. Al 25’ spinge il Cosenza: Roseti accelera verso la porta avversaria e fa partire il mancino dal limite dell’area. Il tiro è però impreciso e finisce largo alla sinistra di Ricci. Al 30’ arriva la svolta: Apetino atterra Lagatta a ridosso della linea dell’area di rigore: per l’arbitro è calcio di rigore. Lo stesso attaccante va sul dischetto e trasforma il penalty, riportando avanti i suoi. Nella circostanza l’arbitro ammonisce anche l’autore della rete per aver provocato il portiere avversario in seguito alla realizzazione. Negli ultimi dieci minuti i cambi e le interruzioni varie hanno reso il finale molto spezzettato; nonostante l’arrembaggio i granatini non hanno trovato il gol che gli avrebbe permesso di tornare nuovamente in parità. Tre punti dunque per gli ospiti che scavalcano proprio il cavalluccio in classifica, fanalino di coda del campionato a soli due punti.

 

Al termine della gara Alfredo Della Calce commenta così la prova della sua Salernitana: “Non sono soddisfatto del risultato ovviamente, inoltre non ci aspettavamo una partita così maschia, pensavamo di poter giocare di più. Io sono contento anche della prestazione dei ragazzi nel primo tempo, abbiamo giocato palla su palla, non sono convinto di meritare questo risultato, alla fine la gara è stata decisa da questo episodio a dieci minuti dal fischio finale, avremmo dovuto fare meglio prima”.
Per il mister dei granatini l’errore che ha sbloccato la gara dovrà servire a far crescere i ragazzi: “Non penso che il primo goal subito sia dovuto ad un calo di concentrazione, credo si tratti di un errore di concetto. Infatti in occasione del gol abbiamo provato a giocare quel pallone, come spesso abbiamo fatto dall’inizio del campionato, quella è una palla sporca che va spazzata via senza mezzi termini. Ho visto la massima concentrazione nei miei ragazzi, probabilmente il nostro portiere non è stato costretto a fare interventi, mentre il portiere cosentino è stato straordinario, fino all’infortunio uno dei migliori dei suoi. Questo dev’essere un momento di crescita dei miei ragazzi”.
Riguardo il rigore che ha deciso la gara chiarisce: “Penso e spero che sul rigore in favore dei cosentini abbiano visto bene, per me non è calcio di rigore perché il mio difensore aspetta l’avversario per prenderlo fuori area, probabilmente il fallo non è stato commesso all’interno dell’area di rigore. Ma anche questo dev’essere un momento di crescita per il mio difensore e per tutti i miei ragazzi”.
Poi l’allenatore conclude: “Io non ho dovuto dire nulla ai ragazzi nello spogliatoio, perché penso che già nel primo tempo stessimo giocando meglio dei nostri avversari, che alla prima vera occasione ci hanno fatto goal, su un tiro a giro imprendibile per il nostro portiere, e i ragazzi avevano subito il contraccolpo. Poi nel secondo tempo si sono tranquillizzati e hanno reagito bene nella ripresa, ma non sono convinto che abbiamo fatto male nel primo tempo. Se devo criticare qualcosa ai miei ragazzi, probabilmente sull’1-1 c’è stata troppa veemenza da parte nostra, dovevamo essere più sereni e cercare di far girare meglio palla, invece abbiamo cercato con insistenza il gol della vittoria, che ha portato a qualche errore di concetto. Nel complesso ho visto una crescita importante, questa è la strada da seguire”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in Giovanili