Connect with us

News

Vincono solo gli 800 tifosi granata: al Penzo in silenzio lottano al fianco di Andrea e Antonio

L’atmosfera dell’amicizia per un attimo spazzata via dal vento della sconfitta. I circa 800 tifosi della Salernitana che hanno raggiunto il Pier Luigi Penzo di Venezia, tornano a casa con l’amaro in bocca. In silenzio. Silenzio che ha accompagnato tutti i 90 minuti del match tra i granata e gli arancioneroverdi, nel rispetto degli ultras Ums Antonio e Andrea, i due ragazzi salernitani che stanno giocando la partita più importante della loro esistenza, quella della vita a una settimana dal tragico incidente in scooter. “Lottate da ultras, Andrea e Antonio non mollate”: lo striscione dedicato dai tifosi lagunari, che da buoni padroni di casa avevano già accolto calorosamente gli ospiti, con un “Benvenuti ultras granata” e accompagnandoli letteralmente – spalla a spalla – sul battello per raggiungere il Penzo. Un pensiero però è volato anche più in alto, raggiungendo la giovanissima Melissa, deceduta improvvisamente in classe, davanti agli occhi dei compagni e dell’insegnante e che avrebbe sicuramente seguito – oggi – la sua squadra del cuore. Ma tantissimi hanno rinunciato alla trasferta, proprio per rimanere vicino ai due giovani ultras, tra cui gli Ums e anche il Centro Storico che ieri all’ultimo minuto hanno annunciato la propria assenza. Ma è stata anche una festa di famiglie, di bambini, di un gemellaggio rinnovato. La nota negativa arriva solo con il risultato. Ma anche al triplice fischio finale, quando – nonostante le indicazioni di mister Ventura – la squadra non raggiunge i “suoi” tifosi sotto la curva ospite per i ringraziamenti, probabilmente presa dalla delusione di un risultato che butta giù l’umore. Prima sconfitta in trasferta per gli uomini di mister Ventura, che rompono l’incantesimo perfetto, scacciando ancora una volta per un soffio il primato in classifica. Adesso, la speranza, è che sabato prossimo l’Arechi – con una cornice speciale e suggestiva – possa riaccendere la fiamma tra i tifosi che – nonostante tutto – rimangono fiduciosi, dopo la tempesta che aveva caratterizzato la scorsa stagione e che (con le dovute precauzioni) tornano a sperare in quel qualcosa in più che la piazza di Salerno, ad oggi, meriterebbe.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News