Connect with us

News

Volata promozione: Monza-Lecce è il bivio. Il calendario ora sorride ai granata

Mancano 270 minuti al termine del campionato di Serie B, nei piani alti ancora nessun verdetto è stato emesso e anzi, come raramente si è visto nella storia del torneo cadetto, sono cadute contemporaneamente le prime tre della classe. L’Empoli, il Lecce e la Salernitana non vogliono sentir parlare di “braccino del tennista” e benedicono il turno infrasettimanale che permetterà di mandare rapidamente in archivio un sabato da dimenticare.

Il calendario degli ultimi tre turni sembra scritto da uno sceneggiatore di film poco adatti ai deboli di cuore. Con 67 punti dopo il ko di Ascoli, l’Empoli mantiene 7 lunghezze di vantaggio sulla Salernitana terza. Questo vuol dire che vincendo in casa con il Cosenza, potrebbe festeggiare la promozione con 2 turni di anticipo senza attendere gli altri risultati. E l’eventualità sarebbe molto gradita da Castori e Corini, perché i toscani chiuderanno il torneo con due sfide senza obbligo di risultato proprio all’Arechi e poi in casa con il Lecce.

Il Lecce, dal canto suo, fermo a 61 punti ha perso una straordinaria occasione per ipotecare il secondo posto, ritrovandosi ora con il Monza a portata di aggancio. E il calendario offre subito un Monza-Lecce martedì che è il vero bivio di questo finale di stagione. Perché i salentini vincendo estrometterebbero definitivamente Brocchi dalla lotta per il secondo posto e rimarrebbero a contendersi la promozione diretta con la Salernitana. Ma in caso di successo del Monza, le due squadre si ritroverebbero a quota 61 (con i lombardi avanti negli scontri diretti visto lo 0-0 del “Via Del Mare”) e con situazioni psicologiche antitetiche.

Ed è questa l’ipotesi preferibile per la Salernitana, che con 60 punti, in caso di mancata vittoria del Lecce a Monza, potrebbe andare in Serie A mettendo in fila tre successi contro Pordenone in trasferta, Empoli in casa e Pescara in trasferta. Detto dell’Empoli, anche gli abruzzesi potrebbero affrontare i granata da retrocessi in Serie C. Insomma, la sfida di martedì con il Pordenone a +1 dalla zona playout, potrebbe essere per Castori l’ultima contro un avversario che ha ancora qualcosa da chiedere al campionato.

Ecco perché il calendario del Lecce è più complesso: dopo il big match di Monza, c’è la sfida interna alla Reggina, che ha 1 solo punto di ritardo dal Chievo Verona che occupa l’ultimo posto utile per gli spareggi. Analizziamo infine il cammino del Monza (58 punti), che dopo aver ospitato il Lecce va a Cosenza (in lotta con la Reggiana per evitare la retrocessione diretta) e poi ospita il Brescia in un derby che non può mai essere considerata partita agevole.

Insomma, il calendario strizza l’occhio alla Salernitana, e proprio i prossimi 90 minuti possono essere decisivi per mettere la freccia verso un traguardo che manca da tanto, troppo tempo.

1 Commento

1 Commento

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News