Connect with us

News

Zeman aspetta Foggia-Salernitana: “Sarà gara sentita. Lotito? Si dedica più alla Lazio”

Dici Foggia-Salernitana e pensi a Zdenek Zeman. In terra pugliese il Boemo ha scritto pagine importanti della sua carriera e della storia rossonera. Meno gloriosa l’avventura in granata dove ha comunque regalato gioie non di poco conto, su tutte il derby del San Paolo col pareggio di Lazzaro a tempo quasi scaduto. Ieri il tecnico ex Pescara era a pochi passi da Salerno, al “Simonetta Lamberti” di Cava de’ Tirreni dove ha assistito al pareggio tra i padroni di casa del suo allievo Modica ed il Catania. Con tanto di sigaretta in mano, Zeman ha parlato anche della partita che andrà in scena mercoledì tra Foggia e Salernitana: “Sarà una partita sentita allo Zaccheria, sono due squadre con tifoserie calde. In primis spero che non succeda niente sul profilo dell’ordine pubblico e che nasca una bella partita – ha dichiarato Zeman ai taccuini de Il MattinoHo lavorato in entrambe le città, nel calcio sono state grandi e col tempo spero che possano diventarlo di più. L’attualità dice che si affronteranno due compagini che hanno mostrato di avere qualche problema in più rispetto a quanto preventivato. Foggia e Salernitana non hanno una buona situazione di classifica, ma a inizio torneo avevano i mezzi per giocare meglio e per ottenere di più. Personalmente sono diviso. Chi ha deluso di più tra le due? Il Foggia paga la penalizzazione, ma sul campo c’è”.

Impossibile non parlare anche di Claudio Lotito, attuale co-patron della Salernitana: “Non può rappresentare un problema per la Salernitana. L’ha salvata, così come a suo tempo salvò la Lazio. Penso abbia fatto buone cose e che sia normale che si dedichi più alla sponda biancoceleste”. E in mezzo c’è anche il discorso multiproprietà: “Ma in generale, è un calcio che va ancora aggiustato. La scorsa estate sono stati fatti ancora errori con la Serie B a 19 squadre e anche in C, consentendo l’iscrizione anche a chi non ne avrebbe avuto diritto. L’augurio è che si possa migliorare, sotto questo punto di vista. Ma è trent’anni che speriamo”.

Dì la tua!

Pubblicando il commento, dichiario di aver letto accuratamente il regolamento e di accettarlo per intero, assumendomi la piena responsabilità di ciò che scrivo. Presto il mio consenso al trattamento dei dati personali, ai sensi del d.lgs. N. 196/2003. La mia identificazione, in caso di violazione delle regole e di eventuali responsabilità civili e penali, avverrà tramite indirizzo IP e non tramite nick o indirizzo email sottoscritto.

La tua opinione conta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







Advertisement

Seguici su Facebook

Advertisement

Altre news in News